Chi sono

Nata e cresciuta a Napoli, sviluppa sin da piccola una sensibilità particolare all’arte, alla poesia e al cambiamento interiore. Le vicende della vita la portano casualmente ad incontrare la meditazione già all’età di 12 anni, e a sentire da subito un inspiegabile richiamo verso la dimensione mistica del silenzio interiore, già presente in maniera molto forte nella sua famiglia, ma sotto l’aspetto della preghiera e della devozione.

I due percorsi (l’amore per l’arte e per la dimensione interiore) sono come due binari paralleli e indipendenti che poi si sono incrociati negli ultimi anni dando vita ad un metodo e ad un’espressione eclettica ed originale.

Dopo la specializzazione in Storia dell’Arte Moderna, inizia a lavorare a Londra per le note casa d’asta Christie’s e Sotheby’s, culla del mercato dell’arte internazionale. Lì ha modo di allenare l’occhio alla visione di opere diversissime e totalmente nuove per lei; la sera prima di rientrare a casa cammina in silenzio nelle gallerie espositive lasciandosi ispirare dall’esposizione dei lotti, dalle forme e dai colori, e instaurando un dialogo animico sottile con le opere. L’arte è per lei espressione di cultura ma anche il legame con le immagini, linguaggio simbolico dell’inconscio e dell’anima, veicolo di risonanze che viaggiano oltre lo spazio e il tempo.

Marcella lavora già da diversi anni per una celebre galleria di dipinti antichi con sede a Londra, dove si occupa dell’aspetto curatoriale delle opere, dei cataloghi delle mostre delle fiere.

Accanto a questo, la sua spiccata propensione per le vicende dell’animo umano, coltivate senza sosta e con passione straordinaria fuori dai banchi, la portano a diventare una coach associata con l’International Coach Federation (ACC), e poi da lì a creare passo dopo passo un suo metodo basato sull’intelligenza emotiva, sul riequilibrio energetico, e in particolare a impostare un percorso di risveglio interiore attraverso l’arte.

L’inizio di questo percorso coincide con il trasferimento a Roma (2014) e il volersi mettere in gioco di Marcella nell’improvvisazione teatrale: da lì a cascata si sono aperte le numerose sfaccettature del suo talento, tra cui in particolare la poesia e l’arte, sempre intese come mezzo di trasmutazione delle emozioni o come ponte verso il trascendente.

Da vita nel 2019 ad il gruppo Anime Poetiche insieme a Giulia Decina e Claudio Cretaro, creando dirette instagram e youtube, e volendo promuovere la poesia intuitiva come strumento per un contatto interiore profondo e come mezzo di trasmutazione delle emozioni.

Nel 2020 inizia un percorso per valorizzare i suoi talenti e in seguito per imparare a canalizzare attraverso l’espressione del talento. Questo apre la strada ad un modo personale di approcciare al dipingere, finalizzato ad un ascolto interiore profondo e di connessione al tutto, che passa dal ricordo originario e dal ritmo del cuore.

Durante la pandemia di Covid tiene numerose dirette (visionabili su youtube) e realizza due mostre virtuali con un approccio di interazione tra arte, musica, poesia e performance teatrali, sulla piattaforma Kunst Matrix.

Nel 2021 pubblica i due testi ebook “Risveglio. Ritorno alla sorgente in versi” e “Traces of inner beauty: art as a way to heal through art intelligence”

Nel 2021 decide di insegnare il suo metodo, basato sull’arte e il cervello del cuore, ad altre persone, e tiene il suo primo corso di risveglio: “I codici del cuore: laboratorio di risveglio attraverso il cervello del cuore”.

In particolare il corso ha l’intento di promuovere la conoscenza di come trasmutare attraverso la poesia intuitiva, la pittura, il movimento, la recitazione, secondo un metodo personale che vede l’attivazione dell’intelligenza del cuore.

Ad aprile 2022 partecipa come relatrice a un convegno online di Remind-Roma Capitale con relazione sull’etica della bellezza.

Emozioni, bellezza, cervello del cuore, fede, assoluto, curiosità, anima sono gli ingredienti speciali di questo viaggio.

www.marcelladimartino.com

I servizi professionali proposti sono regolamentati dalla Legge n. 4/2013